fbpx

Aperitivi d’estate : niente paura!

ANGURIA Caratteristiche e Ricette
Anguria: proprietà nutrizionali e ricette
1 Agosto 2022
Dottoressa, come mi devo comportare in vacanza?
22 Agosto 2022

Ogni sera d’estate ha la propria festa e la voglia di aperitivo raggiunge l’apice! Divertirsi in compagnia è tornato ad essere un buon rito però, per chi segue un percorso di nutrizione specifico o per chi è attento alla linea, molti dubbi si trasformano in paure. Perché rinunciare?

L’aperitivo è il momento di relax e gusto tanto agognato eppure pieno di insidie se non si pone attenzione! Per molti si rivela addirittura un momento ansiogeno e… il giorno dopo il senso di colpa attanaglia! Tutti gli sforzi fatti per stare a dieta sono andati in fumo.

Ma, attenzione! C’è una buona notizia! Si possono affrontare gli aperitivi / aperi-cena in tutta tranquillità, senza pensieri, godendosi una meritata pausa. Piccole precauzioni e trucchetti infatti aiuteranno a superare brillantemente la serata mantenendo la linea, evitando di sentirsi in colpa e di ricorrere nei giorni successivi a inutili rinunce.

 

Piccoli trucchi per arrivare preparati!

 

  • Bere due bicchieri d’acqua prima di uscire. Così facendo si riuscirà innanzitutto a non esagerare (perché lo stomaco si sente già pieno) e si migliorerà l’idratazione corporea.
  • È consigliabile fare merenda qualche ora prima, prediligendo un frutto di stagione o delle verdure crude, che sono un’ottima fonte di fibre e acqua. In questo modo è possibile placare la fame e sentirsi sazi consumando meno snack durante l’aperitivo. Indicati per lo spuntino yogurt magro, frutta secca.

 

Entriamo nel vivo dell’happy hour – cosa beviamo?

La scelta migliore ricade su un bicchiere di vino. Preferibilmente rosso, ma anche bianco può andare bene, l’importante è non esagerare e non andare oltre il bicchiere. Il vino rosso è più indicato perché contiene sostanze benefiche (polifenoli con caratteristiche antiossidanti) .

L’alternativa al vino rosso è la birra a bassa gradazione alcolica (una birra bianca ad esempio). La birra ha una notevole quantità di acqua che va a reidratare i tessuti; inoltre ha un effetto saziante. L’inconveniente è il gonfiore addominale ma, dopo poche ore la pancia torna piatta. Il consiglio è di prenderla piccola e senza fare il bis.

Le bevande rischiose che debbono mettere in allarme sono i super alcolici ed in generale ciò che contiene troppo alcool e zuccheri. Prestare attenzione ed evitare perciò drink alcolici, soft o analcolici (no anche ai succhi di frutta).

La soluzione ideale sarebbe quella di bere una spremuta di arancia, di ananas, di pompelmo o il succo di pomodoro.

Quest’ultimo si può gustare al naturale oppure nella versione più spicy, condito con limone, sale e pepe. Chi volesse un effetto ancora più piccante, può optare per il peperoncino. Se volete aggiungere un goccio di alcol, potete ordinare una versione leggera del Bloody Mary, specificando di usare pochissima vodka.

Altre alternative light e alcol free? Il centrifugato di frutta e verdura. Gustoso e ricco di proprietà benefiche, trasformerà l’aperitivo “tentatore” in una pausa di benessere per corpo e mente, garantendovi un introito di minerali e vitamine.

Bere due bicchieri d’acqua prima di uscire. Così facendo si riuscirà innanzitutto a non esagerare (perché lo stomaco si sente già pieno) e si migliorerà l’idratazione corporea.

 

Nel vivo dell’Happy Hour: quali semafori accendiamo per i cibi?

Semaforo verde per verdure crude e cotte. Se consumate crude le verdure mantengono tutte le sostanze nutritive. Cotte sono l’ideale per le loro proprietà stimolanti in caso di stipsi ma più difficili da consumare durante un aperitivo.

Via libera agli stuzzichini veggie come carote, finocchi, zucchine, sedano e via dicendo. Assolutamente contemplato il pinzimonio di verdure così come l’accompagnamento con salsa allo yogurt o condimenti con aceto balsamico e olio e.v.o. Le verdure sono ricche di fibra e di acqua, riempiono lo stomaco con pochissime calorie, donando un effetto di sazietà.

Con un minimo senso di appagamento, sarà più facile dire no a cibi particolarmente grassi o calorici, riducendone almeno le quantità. Ricordatevi che è sempre meglio prediligere un aperitivo a base di pietanze poco elaborate. Una gustosa bruschetta con pomodoro e olio d’oliva o frutta e ortaggi freschi, non comprometterà i vostri sforzi della settimana!

Sono ammessi cibi con proteine magre e grassi “buoni” come grana, bresaola, prosciutto crudo.

Semaforo rosso per i cibi ricchi di sale: arachidi, patatine, salumi, focacce, focaccine e torte salate.

Nessun problema per pietanze quali pesce, carni bianche grigliate, spiedini a base di verdura e formaggio magro. Trova un valido aiuto in una composizione a torta del tuo piatto: al buffet, riempi per metà di verdure, per 1⁄4 di alimenti proteici leggeri e per l’ultimo quarto di carboidrati. In questo modo mangerai cibi sani e genuini sentendoti comunque sazio e appagato.

Puoi concederti anche una fetta di pizza margherita, sebbene sicuramente più impegnativa, basta che sia una porzione piccola.

Sì ai sottaceti, meglio se casalinghi, che rappresentano un alimento amico: cetriolini, cipolline e peperoni coniugano infatti gusto stuzzicante a basso apporto calorico, rendendoli adatti ad accompagnare il vostro apericena .

Un’altra scelta saggia e gustosa è quella di prediligere le insalate fredde di cereali: si tratta di piatti in grado di offrire un gusto intrigante e un apporto sensibile di fibre con pochissime calorie. Farro, riso, quinoa e cous cous sono alimenti approvati.

C’è spazio, come già accennato, anche per il pesce preferibilmente crudo e non eccessivamente condito, come ad esempio qualche tartare. Anche qualche stuzzichino al formaggio è sicuramente consentito (grana, caprino, formaggio di pecora, ricotta, etc).

L’unica avvertenza è non mischiare troppo! Inoltre l’aperitivo non dovrebbe diventare un’abitudine!

 

Esperimenti con amici e amiche: il drink lo prepariamo noi! Sano, light e gustoso, come?

 

  • Scegliere un succo fresco al 100%, senza zucchero;
  • Usa seltz aromatizzato o meglio ancora acqua frizzante;
  • Al posto della granatina, utilizza succo di melograno al naturale o addolcito con stevia o agave;
  • Non miscelare troppi ingredienti;
  • Evita liquori in crema o a base di panna.

 

Virgin mojito

Ingredienti (2 bicchieri):

  • Acqua frizzante, 200 ml
  • Lime, 1 frutto
  • Zucchero di canna, 2 cucchiaini
  • Menta, 5/6 foglie
  • Cubetti di ghiaccio q.b.

Preparazione:

  • Poni sul fondo di ogni bicchiere mezzo lime ridotto in cubetti e un cucchiaino di zucchero di canna.
  • Schiaccia il tutto energicamente con il pestello, aggiungi la menta e continua a mescolare delicatamente, in modo da non spezzare le foglie di menta.
  • Riempi il bicchiere col ghiaccio tritato e riempilo con l’acqua frizzante fredda.
  • Per finire decora ogni bicchiere con un rametto di menta e una fettina di lime.

 

Virgin Colada

Ingredienti (2 bicchieri):

  • Latte di cocco, 40 ml
  • Spremuta di ananas, 160 ml
  • Ananas, 1 fetta
  • 1 Ciliegia
  • 4 cubetti di ghiaccio

Preparazione:

  • Versa il latte di cocco e la spremuta d’ananas nel frullatore con 4 cubetti di ghiaccio.
  • Frulla il tutto per 15/20 secondi.
  • Servi in un bicchiere e decoralo con una fetta di ananas e una ciliegia.

[Fonti ricette melarossa.it e misya.info]

 

 

Ti interessa l’argomento e desideri avere maggiori informazioni?

Contatta la Dott.ssa Laura Gherardini – Telefono 351.8898204Messaggio WhatsApp

 

Facebooktwitterredditpinterest