fbpx

Dieta chetogenica – Domande e Risposte

fare gli spuntini aiuta a dimagrire
Fare gli spuntini aiuta a dimagrire?
5 Novembre 2021
lupini proprietà e ricette
Lupini: proprietà nutrizionali e ricette
27 Gennaio 2022

Cos’è?

La dieta chetogenica è un regime alimentare finalizzato alla perdita di peso che si basa sulla riduzione drastica dell’apporto di carboidrati e sul consumo quasi esclusivo di proteine, alcuni tipi di verdure e grassi.

 

Come funziona?

Il principio fisiologico su cui si fonda questo metodo è quello di indurre nell’organismo una condizione di chetosi, ovvero uno stato metabolico caratterizzato dalla presenza di corpi chetonici nel sangue.

I carboidrati sono il substrato energetico preferito del nostro corpo e la loro ridotta assunzione obbliga l’organismo a ricavare l’energia dalle proprie riserve.

La riduzione dell’apporto di carboidrati induce l’idrolisi dei trigliceridi di riserva che vengono trasformati in glicerolo e acidi grassi liberi. Questi ultimi vengono poi ossidati ad acetil-CoA, il quale va incontro ad una serie di reazioni a livello del fegato generando i corpi chetonici.

I corpi chetonici fungono da surrogati degli zuccheri, raggiungono facilmente i tessuti e vengono utilizzati a scopo energetico.

Questo stato di chetosi controllata determina una rapida perdita di peso e grasso localizzato, un miglioramento dei parametri metabolici e una riduzione del gonfiore addominale e della ritenzione idrica.

 

A chi è rivolta?

La dieta chetogenica è indicata per:

  • Individui con obesità grave;
  • Individui con obesità lieve ma caratterizzata da quadro metabolico alterato (ipertensione, dislipidemia, insulino resistenza, diabete di tipo 2);
  • Individui che necessitano un rapido dimagrimento;
  • Trattamento di alcune condizioni cliniche come epilessia resistente ai farmaci, emicrania, apnee notturne.

 

È controindicata per:

  • Individui con insufficienza renale o funzionalità renale compromessa;
  • Individui con insufficienza epatica o cardiaca;
  • Individui con diabete di tipo 1;
  • Individui con valori alti di acido urico nel sangue;
  • Donne in gravidanza e in allattamento.

 

Che alimenti sono previsti?

In generale i cibi previsti dal modello chetogenico sono:

  • Proteine
  • Grassi
  • Verdure non amidacee

Durante la dieta è di fondamentale importanza assumere minimo 2 L di acqua al giorno.

 

Il tuo nutrizionista provvederà a consigliarti le corrette frequenze di consumo e a fornirti uno schema settimanale. A seconda delle esigenze lavorative e personali del soggetto, inoltre, agli alimenti naturali possono essere integrati prodotti sostitutivi pensati appositamente per questo regime alimentare.

 

Quanto dura?

La dieta chetogenica è un regime alimentare che viene seguito per periodi di tempo limitati e modulati in funzione dell’obiettivo di perdita di peso prefissato.

Generalmente viene effettuata a cicli di 3-4 settimane e prevede delle fasi di interruzione caratterizzate da una parziale reintroduzione dei carboidrati. Questo permette di ripristinare le riserve di glicogeno, mantenere attivo il metabolismo e aumentare l’adesione del paziente alla dieta (soprattutto nei casi in cui la perdita di peso sia ingente e necessiti di numerosi cicli).

 

Che vantaggi ha questa dieta?

  • Perdita di peso rapida e visibile;
  • Riduzione della sensazione di fame operata dai corpi chetonici;
  • Riduzione della voglia di carboidrati e alimenti ad alto contenuto di zuccheri dopo 2-3 giorni;
  • Riduzione della ritenzione idrica;
  • Protezione della massa muscolare grazie all’apporto di proteine;
  • Tonicità della pelle.

 

Quali sono i possibili effetti collaterali?

La dieta chetogenica può associarsi ad alcuni effetti collaterali come:

  • Mal di testa nei primi 2-3 giorni dall’inizio della dieta dovuto al cambio di alimentazione. Nella maggior parte dei casi è transitorio e regredisce spontaneamente;
  • Alitosi;
  • Crampi muscolari in caso di attività fisica troppo intensa. In tal caso può essere opportuna una integrazione di sali minerali;
  • Stitichezza dovuta alla riduzione dell’apporto di fibre. In tal caso è necessario prestare molta attenzione all’idratazione e assumere minimo 2 L di acqua al giorno;
  • Diarrea dovuta al cambio delle abitudini alimentari. Molto rara.

 

La dieta chetogenica è un regime alimentare che deve essere seguito sotto stretto controllo medico.

Il tuo medico o nutrizionista di fiducia saprà indicarti se è il regime alimentare adatto a te, ti fornirà indicazioni precise su come procedere ed elaborerà piani settimanali studiati appositamente e saprà poi seguirti e consigliarti durante la successiva fase di mantenimento del peso raggiunto.

In collaborazione con la Dott.ssa Emma Marcolin

 

 

Ti interessa l’argomento e desideri avere maggiori informazioni?

Contatta la Dott.ssa Laura Gherardini – Telefono 351.8898204Messaggio WhatsApp

 

Facebooktwitterredditpinterest